Il Bosco Verticale

Sostenibilità e lotta all’inquinamento, sono – per i nostri giorni – due concetti chiave e necessari per riuscire a contrastare i cambiamenti climatici. Da numerose ricerche, si evince che nel 2030 il 60% della popolazione mondiale vivrà nelle città, che ora consumano ben il 75% delle risorse naturali e sono responsabili del 70% delle emissioni di CO2. In vista del Primo World Forum on Urban Forest promosso dalla FAO, che si terrà dal 28 novembre 2018 al 1 dicembre 2018 a Mantova (IT), l’obiettivo degli architetti sarà indirizzato alla creazione di nuove soluzioni che permettano di salvare il nostro pianeta dalla morsa dell’inquinamento. Una di queste soluzioni riguarda proprio le città e più precisamente la “forestazione urbana”, un progetto già concretizzato a Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi e prossimamente anche a Eindhoven. Questo ambizioso progetto trova luogo nel concetto di “Bosco Verticale” firmato “Stefano Boeri Architetti”, che permette di inserire nel contesto metropolitano numerose essenze arboree, capaci di aumentare la biodiversità vegetale e animale del luogo dove la struttura sorgerà. Il bosco verticale di Eindhoven – a differenza degli altri –  sarà costituito da 125 unità abitative adibite a social housing, ovvero a un’utenza popolare e a giovani coppie.

Stefano Boeri

Unità abitativa del “Bosco verticale” di Eindhoven

Progetto del “Bosco verticale” di Eindhoven

 

Print Friendly, PDF & Email

Back to homepage

SHARE YOUR IDEAS!