Italian Golden Town. Il Made in Italy incontra la Cina

Il Made in Italy è un’indicazione di provenienza che permette di indicare un prodotto interamente progettato, fabbricato e confezionato in Italia, inoltre è anche il terzo marchio al mondo più conosciuto dopo Coca Cola e Visa. In questo caso però, parliamo di progetti, più precisamente del progetto “Italian Golden Town” voluto dal complesso Shandong Gold Group, tra le principali società cinesi attive nell’industria mineraria. Tra i molti progetti proposti quello selezionato porta la firma “Fima”, uno Studio di architettura e design con sede ad Osimo (Ancona) molto importante, che ha maturato numerose esperienze nel campo internazionale e ad oggi opera in Cina, Iraq, Libia e Iran. Il primo elemento ispiratore che sta alla base del progetto è lo Yaun Bao, l’equivalente di un nostro lingotto d’oro, ma dalle forme tondeggianti simili ad un ovale. L’edificio principale, il “Golden Center”, avrà come riferimento proprio le forme di un Yaun Bao, un tempo utilizzato in Cina come valuta e oggi simbolo ben augurante di prosperità.

Italian Golden Town_Rendering Studio Fima@VenetaLink

Italian Golden Town_Rendering Studio Fima@VenetaLink

Il secondo elemento ispiratore è la città italiana, nei suoi tratti distintivi di varietà, legati al borgo toscano e marchigiano, alla “calle” in stile veneziano e alle torri medievali.

Italian Golden Town_Rendering Studio Fima@VenetaLink

Italian Golden Town_Rendering Studio Fima@VenetaLink

A questo proposito, Maurizio Andreoli, principale partner dello Studio, afferma l’importanza di riuscire a trovare una “sinergia”, per riuscire a creare un’opera che sia in grado di fondersi con la tradizione cinese, ma allo stesso tempo, capace di trainare la forza italiana all’estero.

Salva

Salva

Print Friendly
  

Back to homepage

SHARE YOUR IDEAS!

Follow us:
Edited by
Veneta Cucine
Scroll to Top