THE OCEAN CLEAN UP

Circa 8 milioni di tonnellate di plastica entrano in mare ogni anno. The Ocean Cleanup è una fondazione che sviluppa tecnologie per liberare gli oceani dalla plastica e prevenire l’ingresso di altri rifiuti in acqua.

L’organizzazione, fondata nel 2013 da Boyan Slat, un giovane inventore e imprenditore olandese,  propone un metodo passivo per la rimozione dei detriti tramite l’utilizzo di barriere galleggianti lunghe 100 chilometri ancorate al fondale marino. Grazie alle correnti oceaniche e all’orientamento di queste barriere, la plastica viene lentamente spinta verso il centro della piattaforma dove poi potrà essere estratta da una macchina e conservata per il trasporto e il riciclaggio.

Una pulizia con metodi convenzionali (navi e reti) richiederebbe migliaia di anni e decine di miliardi di dollari per essere portata a termine. Questo sistema invece, potrebbe teoricamente rimuovere circa la metà dell’immondizia in 10 anni ad un costo ragionevole.

La pulizia degli oceani non sarà sicuramente facile ma collaborando con società offshore di fama mondiale (come SBM Offshore, Heerema and Boskalis) e alcuni istituti specializzati (inclusi IMARES, Delatares e MARIN), The Ocean Cleanup crede di iniziare la propria operazione entro il 2020.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Print Friendly, PDF & Email

Back to homepage

SHARE YOUR IDEAS!